.
Annunci online

A scuola con Mr Hyde
post pubblicato in diario, il 26 novembre 2011


Non è una questione da racchiudere tra le parentesi che delimitano il moralismo - tra l'altro, meglio moralista che immoralista. La vicenda che attiene al diritto ad ottenere un posto di lavoro da parte di Scattone, dopo essere stato condannato in via definitiva a cinque anni e quattro mesi per omicidio colposo, fa il paio con quella del diritto allo studio. Per la precisione, col diritto di pretendere insegnanti preparati nella materia e persone (al di là dell'insegnante) che possano essere punti di riferimento etici per i ragazzi loro allievi. Non so come la legge consenta ad un omicida di insegnare, visto che per fare qualunque concorso pubblico si deve presentare la fedina penale pulita. A nulla vale la proclamazione d'innocenza a cui Scattone si aggrappa, ciò che conta è già stato stabilito in Tribunale. Io avrei serie difficoltà a delegare ad un omicida l'educazione di un figlio, sia pure quella scolastica. Comprendo la reazione dei genitori di Marta Russo e comprenderei anche la reazione di qualche genitore che iscrivesse i figli in un'altra scuola.

Nessuno vuole negare la possibilità di lavorare ad un ex detenuto, solo siamo sicuri che la miglior cosa che possa fare sia insegnare a dei ragazzi la cui personalità è ancora da plasmare?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. scuola marta russo scattone

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 26/11/2011 alle 16:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Equilibri difficili
post pubblicato in diario, il 18 novembre 2011


Il governo cosiddetto tecnico piace ai partiti perché, quasi sicuramente, sarà costretto a prendere decisioni e adottare provvedimenti sgradevoli per qualcuno, se non per tutti. I partiti si tengono fuori e lasciano che a caricarsi sulle spalle tutto il peso delle decisioni sia Monti. Ma, in verità, non esiste governo tecnico. Qualunque decisione sarà presa, non potrà che avere una connotazione politica. Le soluzioni che saranno prospettate avranno un orientamento culturale prevalente che si rifletterà nelle posizioni conservatrici o progressiste. Quando saranno votate, qualcuno dovrà far buon viso a cattiva sorte, accettando soluzioni che non avrebbe mai potuto presentare come forza politica.
Il problema fondamentale è capire quanto i partiti siano disposti a votare anche soluzioni a loro sgradite; capire fino a dove l'accettazione di proposte diverse dalla matrice culturale di partito sarà sopportata. Questa è la sfida ed il fragile equilibrio con cui Monti sarà costretto a convivere.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. monti

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 18/11/2011 alle 13:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Errori e presunzione
post pubblicato in diario, il 16 novembre 2011


Mi meraviglia la protervia degli esponenti del Pdl. Non dovrei meravigliarmi conoscendoli, ma non posso farne a meno. In queste ore di tensione sui mercati, invece di tenersi in disparte in buon ordine si atteggiano a partito responsabile, minacciando la nascita stessa e la durata di un governo Monti; ne vogliono dettare l'agenda se non anche i contenuti. Come fanno a non rendersi conto che siamo a questi punti dopo aver governato per anni e che, non avendo risolto alcunché, anzi avendo aggravato la situazione, non hanno nessun diritto ne credibilità a dettare né l'agenda, né le misure da prendere. Avessero conosciuto la ricetta, avrebbero potuto applicarla. Invece vorrebbero suggerire la loro ricetta sbagliata a chi deve correggere i loro errori. E' certo che gli errori non sono solo dell'ultimo governo, resta il fatto che la crisi l'hanno prima incoscientemente nascosta, poi scoperta in un attimo e attribuita a tutti fuorché alla loro incompetenza. Ciò che subiamo oggi e che saremo costretti a subire nel futuro è figlio di una politica dissennata che ha privilegiato la difesa degli interessi particolari a discapito dell'interesse nazionale. Il minimo che ci potremmo aspettare da  PdL e Lega sarebbe cospargersi il capo di cenere, invece uno intima e l'altro fugge diseducatamente dalle consultazioni preliminari. Quando avrà fine questo atteggiamento di incomprensibile superiorità? Sono i risultati a dare loro torto, eppure non riescono ad ammetterlo, accecati dalla presunzione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo pdl lega

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 16/11/2011 alle 13:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Il nulla al Governo
post pubblicato in diario, il 9 novembre 2011


Il ministro Romani ha perso l'ennesima occasione per tacere. Quale sviluppo dovrebbe guidare uno che non vede di là dal naso di Berlusconi? Dopo aver trascinato l'Italia sull'orlo dell'abisso vorrebbe anche farci credere che la colpa è, una volta ancora, di altri, non meglio precisati. Che tristezza sapere di essere governati da simili nullità!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. romani governo

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 9/11/2011 alle 14:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Solo una coincidenza?
post pubblicato in diario, il 7 novembre 2011


Non appena si diffonde la notizia che Berlusconi sta per dimettersi, la Borsa italiana e lo spread col Bund tedesco migliorano sensibilmente. A meno che non sia solo una pura coincidenza, è il segno che i mercati misurano negativamente la presenza di B. al Governo dell'Italia, ritenendone minata la credibilità ed affidabilità. La conseguenza che ne deriva è una sola:  vada a casa quanto prima!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi governo

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 7/11/2011 alle 12:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Emergenza Milan
post pubblicato in diario, il 4 novembre 2011


Solo un sasso nello stagno: Gattuso perde la vista da un'occhio, Cassano subisce un ictus. Chi metterebbe la mano sul fuoco che al Milan non abbiano sbagliato le dosi di qualche aiutino chimico alle prestazioni sportive?

Lo so, è una cattiveria, ma in un mondo come questo, dove i risultati valgono milioni di euro, qualche sospetto può pure venire! Spero di no, soprattutto per la salute degli altri giocatori.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. milan gattuso cassano

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 4/11/2011 alle 21:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Scontri sospetti
post pubblicato in diario, il 17 ottobre 2011


Per un governo impegnato in un'affannosa sopravvivenza, gli scontri costituiscono una gradita possibilità di scaricare le responsabilità sull'opposizione (si leggano i commenti di La Russa). Chissà perché nessuno si spiega l'assoluta disorganizzazione del controllo di sicurezza che una manifestazione di tale portata avrebbe dovuto prevedere in automatico. Era tutto intenzionale?
Ci vorrebbe una protesi... acustica
post pubblicato in diario, il 26 settembre 2011


Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire. Questo è l'atteggiamento di Berlusconi e della sua maggioranza, arroccata sulle poltrone. Tutto il mondo civile (e mi sa anche parecchio di quello meno civile) ci ride dietro. Il PdC è protagonista di battute e barzellette ad onta del Paese che governa, si fa per dire. Subiamo declassamenti sistematici frutto anche, se non per lo più, della sua presenza e la litania che siamo costretti a sorbirci racconta, con la complicità dei mezzi di comunicazione acquiescenti, di un paese inesistente, salvato dall'ennesimo miracolo berlusconiano. La sordità dilagante della maggioranza scava una trincea tra la società civile ed il Palazzo. Quanto è grande la pazienza degli italiani? Tra nuove imposte, disoccupazione e tagli ai servizi, che impatteranno su portafogli già tartassati, quanto ancora dovremo aspettare per scrollarci di dosso il Governo responsabile della maggiore tassazione della Repubblica, lo stesso che aveva promesso di non mettere le mani in tasca agli italiani sapendo di mentire?

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi governo maggioranza

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 26/9/2011 alle 19:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Salvati
post pubblicato in diario, il 21 settembre 2011


Stiamo andando a rotoli dopo un trattamento prolungato dei governi Berlusconi e c'è ancora chi insiste a sostenere che Berlusconi ha salvato l'Italia dal Comunismo. La fede è cieca e non ha bisogno di dimostrazione alcuna, solo servilismo e assenso incondizionato: si richiede assoluta mancanza di libero pensiero. Chiunque osi contraddire il Capo sarà allontanato immantinente (vedi Fini).

Mi devo essere perso qualcosa perché un Paese salvato difficilmente cola a picco.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. berlusconi governo maggioranza

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 21/9/2011 alle 13:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Rappresentare chi?
post pubblicato in diario, il 6 settembre 2011


Un Governo inesistente di dilettanti allo sbaraglio e di pressappochisti, di indecisi a tutto, un Governo che riesce solo a rappresentare sé stesso nel corpo divinizzato di Berlusconi e che non ha il sostegno di nessuna categoria sociale o professionale. Ecco a chi abbiamo affidato il nostro futuro, o meglio, a chi lo ha affidato chi ha la responsabilità di averlo votato. Tutto il gruppo di sicofanti e cortigiani risponde in pieno ai requisiti che caratterizzano ancora, a distanza di quasi cinquecento anni, i servi ossequienti che Etienne de la Boetie stigmatizzò nel suo "Discorso sulla servitù volontaria". Non è cambiato drammaticamente nulla.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. governo belusconi

permalink | inviato da Alessandro Morelli il 6/9/2011 alle 11:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
Sfoglia ottobre       
il mio profilo
rubriche
links
tag cloud
cerca
calendario
adv